Ma che sta succedendo in Comune?

Per chi non è stato presente all’ultima seduta del Consiglio Comunale del 2017, il 21 Dicembre è stata data lettura della comunicazione con la quale i Consiglieri Isabella, Vaccari e Zorzetto sono usciti dalla maggioranza dando vita ad un Gruppo Consiliare separato.

La reazione di chi ha avuto modo di ricevere la notizia in diretta è stata unanime: incredulità.

Come è possibile che siano nati contrasti così insanabili in soli sei mesi di Ammini-strazione (compreso Agosto)?

Oppure si è trattato di una diversità di vedute maturata già molto tempo prima: ma allora che senso avrebbe avuto presentarsi insieme a chiedere la fiducia degli elettori?

Certo le cattive notizie non sono mancate in questi pochi mesi: ben due procedimenti giudiziari – contro ogni previsione – si sono risolti a sfavore del Comune; come già ricordato molte volte si tratta sempre di vecchi episodi avvenuti nell’ormai famoso decennio buio 1999-2009, dai quali sono derivate cause successivamente impostate e gestite in modo approssimativo: tutto ciò che si è potuto fare nel gestire questa pesante eredità è stato limitare per quanto possibile i danni.

Soprattutto – visti gli orientamenti prevalenti della Magistratura – al comprensibile desiderio di rivalsa contro chi ha così male ammi-nistrato deve sostituirsi la prudenza del buon padre di famiglia evitando che rivalità e gelosie personali diventino ì’unico criterio di gestione della cosa comune, come purtroppo è successo troppo spesso in passato a Lardirago.

O forse c’è chi pensava che fosse finalmente tornata l’epoca delle spese pazze e si è risentito di fronte all’atteggiamento rigoroso della Giunta.

E’ veramente risibile l’accusa di mancanza di trasparenza: per oltre cinque anni chiunque abbia avuto voglia di sapere quale fosse la situazione in Comune non ha dovuto far altro che salire una rampa di scale trovandovi, OGNI GIORNO, il vice-Sindaco Ferri insieme al Sindaco Facchin.

Oppure ha potuto chiederlo al Consigliere Comini incontrandola alla Scuola o in Bi-blioteca per le quali si è prodigata oltre ogni dire, oppure ancora domandarlo al Consigliere Losi che insieme ai gruppo dei ge-nerosi volontari ha curato le manutenzioni in tutti gli anni in cui non c’erano le risorse per affidarle ad una ditta esterna.

DI sicuro per questi cinque anni non ha potuto chieder nulla a chi, pur essendo Assessore, in Comune non si è visto quasi mai e ha scaricato senza esitazioni anche i compiti relativi alle sue deleghe sulle spalle dei suoi compagni di schieramento.

A chi giova?

È giusto porsi la domanda, ma dare una risposta non è facile: in caso di caduta della Giunta Lardirago verrebbe affidata ad un Commissario Prefettizio per la seconda malaugurata volta (e chi ha buona memoria ricorda chi fosse coinvolto nel precedente episodio e quali ne siano state le nefaste conseguenze).

In ogni caso di sicuro NON giova ai cittadini di Lardirago che non hanno alcun bisogno di ripiombare nel clima di litigi e ripicche che forse qualcuno ricorda, ma di continuare invece a vivere in un Comune “normale”.

Tutto finito, insomma?

Non proprio, non ancora.

Questa Amministrazione prende molto sul serio la fiducia che ha ricevuto a giugno dagli elettori e la considera un impegno d’onore al quale non sarebbe dignitoso venir meno.

Da un punto di vista pratico il contributo concreto dei tre Consiglieri secessionisti non è  finora stato particolarmente significativo e dunque la loro assenza cambierà poco; è in tal senso simbolica la lamentela sui “ritardi nell’esecuzione del programma” sollevata a pochi mesi dall’insediamento, segno di come qualcuno fosse distratto nelle riunioni ove il Sindaco spiegava quali fossero le croniche difficoltà nel reperire il personale, nel velocizzare le pratiche, nel ricostruire il rapporto con i comuni vicini per ottenerne collaborazione.

L’Amministrazione ha perciò deciso che resterà responsabilmente al suo posto e continuerà a svolgere il suo compito come ha fatto finora: su ogni delibera sottoposta all’approvazione del Consiglio ogni Consigliere potrà votare come ritiene meglio e qualora non si potesse dar corso ad una decisione, gli elettori sapranno esattamente di chi saranno state le responsabilità.

Inoltre lo Statuto prevede che in qualsiasi momento quattro Consiglieri possano presentare una mozione di sfiducia che, se approvata, porta alla fine della Consigliatura: anche in questo caso i cittadini di Lardirago sapranno di chi sarà stata l’iniziativa e quali ne saranno state le motivazioni, e dunque chi sia rimasto fedele al mandato ricevuto pochi mesi fa e chi invece abbia deciso di sconfessarlo.

Solo allora sarà tutto finito.

Da parte nostra c’è grande tranquillità, perché se è vero che non abbiamo alcuna intenzione di “mollare”, è anche vero che la fatica in questi anni è stata davvero immensa; dunque finché ci sarà possibile proseguiremo serenamente il nostro lavoro. Qualora questo non fosse più possibile, altrettanto serenamente ciascuno di noi tornerà a fare ciò che faceva prima di questa parentesi al servizio della comunità.

Per concludere con una nota positiva, vi comunichiamo che è stato assegnato l’appalto per la realizzazione del Refettorio al servizio del Polo Scolastico, un’opera che testimonia la caparbietà con la quale sono state supe-rate mille difficoltà per raggiungere un risultato importante per il rilancio di Lardirago: fin dal giorno dell’insediamento di questa Amministrazione abbiamo dedicato ogni sforzo a migliorare questo patrimonio, che infatti ha visto una importante crescita nel numero delle classi e degli allievi.

Per finire, come di consueto, auguriamo a voi e alle vostre famiglie di trascorrere Feste serene per un 2018 che non potrà che essere ancor meglio del 2017.

Screenshot 2017-12-27 21.10.19.png

Pubblicato in Bacheca, Cronache dal Comune | Lascia un commento

21 Ottobre: Un Pomeriggio da Campioni

Un pomeriggio in compagnia di un campione del ciclismo e degli sportivi di tutte le età, con i bambini protagonisti.

NoéAndrea Noé, uno dei “gregari” più famosi dello sport a due ruote, dialogherà con i bambini e con gli appassionati intorno ai valori dello sport, allo spirito di sacrificio, al gioco di squadra e a tutto quel che rende l’attività fisica una occasione per migliorarsi e crescere. Il suo ultimo libro, scritto con il giornalista Andrea Ballocchi, “Una vita da Gregario” è proprio un viaggio alla scoperta della parte più genuina dell’attività sportiva, anche agonistica.

Ecco perché è una bella occasione anche per tutti i bambini, sempre più bombardati da una cultura della competizione a tutti i costi che spesso toglie piacere al gioco e allo stare insieme. Ecco perché parteciperanno anche le realtà sportive del paese e le associazioni degli sport meno frequentati, come per esempio quelle di Triathlon.

E proprio ai bambini è poi dedicata la “passeggiata con il campione”. Sarà non solo una occasione per fare quattro pedalate con uno che se ne intende, ma un modo coinvolgente per conoscere i luoghi della memoria di Lardirago: una guida racconterà infatti in modo simpatico il Ponte sull’Olona, il vecchio mulino, il Canaron, al ters buron

Insomma, un modo per unire amore per lo sport e conoscenza dei luoghi del nostro vivere insieme.

Vi aspettiamo numerosi! La partecipazione naturalmente è gratuita.

Alessandro Abbiati

UN POMERIGGIO DA CAMPIONI

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

La “marchetta”…

… è un termine gergale dispregiativo un po’ volgare con cui si definisce un articolo di giornale che non ha contenuto informativo per i lettori, ma viene pubblicato per fare un favore a qualcuno.

E’ un’accusa grave per un giornalista professionista, perché suggerisce che si sia venuto meno al dovere fondamentale della professione che è quello di informare i lettori al meglio delle proprie capacità.

Se dovessimo giudicare il tambureggiamento di pezzi sulla Provincia Pavese secondo questo metro, però, il verdetto non potrebbe essere che questo, dato che essi non contengono ALCUNA informazione ulteriore rispetto a quanto già discusso fino alla nausea:

  1. l’Ambulatorio è stato ristrutturato ed arredato nei tempi previsti, impresa eccezionale, data la situazione
  2. i fondi sono stati reperiti grazie ad un accordo – perfettamente legale e peraltro pubblicato – con il socio di minoranza della Farmacia di Lardirago
  3. sono state raccolte le manifestazioni di interesse dei medici di base della zona
  4. è stato pubblicato il Bando per la sua assegnazione, a condizioni perfettamente allineate a tutti gli ambulatori della zona, tant’è vero che vi hanno aderito il dott. Di Santi e la dott. Magnino
  5. già in Luglio la dott. Magnino ha cominciato a ricevervi i suoi pazienti (per ora pochi)
  6. i tempi e le modalità di utilizzo dell’ambulatorio da parte del dott. Di Santi (che ne ha già ricevuto le chiavi e vi ha trasferito quanto di sua pertinenza) sono decisi unicamente dal dott. Di Santi stesso e l’Amministrazione non ha alcuna possibilità di forzare nessuno.

Tutti fatti già arcinoti; gli articoli servono solo a dare spazio alla sterile polemica di una opposizione che vorrebbe attribuire all’Amministrazione responsabilità non sue.

Forse perché non riesce a rassegnarsi per aver perso elezioni che pensava di avere già in tasca.

Pubblicato in Battibecchi | Lascia un commento

La salute dei cittadini

Ma come si fa a parlar male di  un provvedimento assolutamente privo di valenza politica come la realizzazione di un Ambulatorio medico?

Portavoce  è sempre lui, l’ormai emarginato ex-Sindaco Luigi Cella che tra un piagnisteo e l’altro per come viene trattato male (non dagli avversari, si badi bene, ma dai sodali o, per meglio dire, ex-sodali) trova il tempo di fare alla luce del sole ciò che i suoi ex-sodali fanno di nascosto, ovvero spargere maldicenze.

2017 08 08 Cella su Medico.pngRicordiamo l’origine del problema: alla fine di febbraio il dott. Di Santi comunicò al Comune il proprio intento di chiudere l’ambulatorio di Lardirago, perché “impossibilitato a continuare ad utilizzare i locali che aveva in affitto”.

L’Amministrazione gli comunicò sin da allora la propria intenzione di ristrutturare i locali al piano terra del Municipio e si attivò immediatamente in tal senso. Chiunque abbia una benché minima esperienza di amministrazioni pubbliche si rende conto che essere riusciti a reperire i fondi, appaltare i lavori, eseguirli, collaudare e arredare i locali, pubblicare ed assegnare il bando ai medici in quattro mesi ha del miracoloso, tanto che tutti gli avversari politici, in campagna elettorale, davano per certi chissà quali ritardi che poi non ci furono, ed all’inizio di luglio l’Ambulatorio ha iniziato ad operare, come da programma.

La voce si è sparsa, stimolando l’interesse di un altro medico che ha già ottenuto le necessarie autorizzazioni e ha già iniziato a visitare i suoi pazienti.

Lasciamo dunque perdere le fanfaluche di Cella sulle code che ha visto solo lui, e lasciamo anche al dott. Di Santi il tempo di completare l’iter burocratico sulla cui conclusione non si può far altro che chiedere informazioni a lui stesso.

Resta il fatto che l’offerta del servizio del medico di base per i cittadini di Lardirago si amplia permettendo anche una migliore distribuzione del carico di lavoro(*) e migliora in quanto verrà svolta in locali più moderni e confortevoli situati accanto alla Farmacia.


NOTA (*): chi eventualmente intendesse cambiare Medico di Base deve rivolgersi agli sportelli dell’ASL di Pavia munito della propria tessera sanitaria ed una autocertificazione di residenza, secondo le istruzioni della ASL di Pavia.

Pubblicato in Battibecchi | Lascia un commento

Al via il nuovo Ambulatorio

2017 08 01 ambulatorio al via.png

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

Apparizioni

Giorni strani a Lardirago: anziché andarsene in vacanza, qualcuno sta lì a rimuginare sui massimi sistemi.

2017 07 26 Luigi Cella su FBL’ex-Sindaco Luigi Cella si lancia in questa articolata protesta; ignorando le abituali citazioni sbagliate ed i grossolani refusi, si intravedono alcune informazioni interessanti:

  1. qualcuno lo “accusa” di aver causato la sconfitta elettorale; dato che è difficile che quel qualcuno siano i candidati che hanno preso una manciata di voti, il ventaglio delle ipotesi su chi possa essere l’accusatore si restringe alquanto…
  2. Cella si difende sostenendo che lui con le elezioni non c’entrava nulla, cosa che ha ripetuto anche quando il candidato Capra “prese le distanze” da lui pubblicamente: evidentemente non gli crede nessuno anche perché tutti ricordano che era rappresentante di lista per la lista Alosa.
  3. Queste accuse però gli devono scocciare parecchio: se osservate il post in alto a sinistra, sotto il nome, compare la scritta “Sponsored” che in sostanza significa che questo post non è solo la solita esternazione su uno dei gruppi di Facebook (in questo caso, quello della defunta lista “Lardirago Futura”) ma è un vero e proprio annuncio pubblicitario per cui l’autore ha pagato affinché comparisse sulla bacheca di tutti gli iscritti a Facebook risiedenti a Lardirago.
  4. L’ultimo particolare interessante è… qualcosa che non c’è: infatti sotto il post di Cella NON compare l’usuale commento positivo di Maria Carella, che pure era in lizza nella lista di cui Cella era rappresentante.

Insomma, come si dice in questi casi, volano gli stracci….

 

Pubblicato in Battibecchi | Lascia un commento

Ambulatorio blues

E’ meglio chi mormora nell’ombra o chi parla ad alta voce? Difficile fare una scala di gradimento, soprattutto quando entrambi dicono delle stupidaggini.

Dunque la stupidaggine in questione è che il Comune avrebbe la pretesa di indire un Bando per scegliere i medici di base.

Chi siano i mormoratori lo sanno probabilmente i lettori, a cui codesta fanfaluca è stata per l’appunto mormorata all’orecchio, accompagnata da una sussiegosa critica perché il Comune non può scegliere i medici che invece vengono scelti dalla Regione.

Qualcuno più pronto, avendo già letto la chiarissima comunicazione di ieri del Sindaco ha risposto al volo nel modo migliore:

“Ma che dici ? Il Sindaco parla di un Bando per l’utilizzo dei locali da parte dei medici NON per la scelta dei medici stessi”

evidenziato.png

Invece chi non ha timore di parlare a voce alta anche a costo di far figuracce è sempre lui, l’ineffabile Luigi Cella che la fanfaluca se l’è bevuta tutta esca, amo e lenza:

Screenshot 2017-07-14 13.01.43.png

Chissà se è farina del suo sacco o ha ascoltato “chi ne sa più di lui” ?

Pubblicato in Battibecchi | Lascia un commento

Il punto sull’ambulatorio medico

2017 07 12 apertura ambulatorio2017 07 12 apertura ambulatorio.png

Pubblicato in Bacheca | 1 commento

Grazie!

Grazie.png

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

Inizia la campagna elettorale

Sembra ieri, ma sono già trascorsi cinque anni e stiamo per affrontare il giudizio degli elettori.

Sono contenti i cittadini di Lardirago di come è stato amministrato il loro Comune in questi cinque anni? Lo vedremo presto, per la precisione l’11 Giugno, quando si recheranno alle urne per scegliere il nuovo Sindaco.

La nostra lista, orgogliosa del lavoro fatto, si ripresenta al gran completo (con l’unica eccezione dell’amico Alberto Losi che comunque continuerà ad esserci vicino ed aiutarci), con l’aggiunta di due o tre volti nuovi, visto che le liste quest’anno comprendono da 7 a 10 candidati più il Sindaco. Tra pochi giorni sarà completato il sito “elettorale” che troverete a questo indirizzo.

Rilanciamo Lardirago in versione 2017 dunque vede in lizza:

  • Mirella Facchin (candidato Sindaco)
  • Alessandro Abbiati
  • Sabrina Cernuschi
  • Angela Anchelita Comini
  • Valerio Ferri
  • Umberto Isabella
  • Cesare Prina
  • Silvia Protti
  • Mario Sacconi
  • Graziano Vaccari
  • Marco Zorzetto

Come vedete sono ancora tutti qui, dimostrando uno spirito di sacrificio e di attaccamento a Lardirago ben maggiore di quanto dimostrato dai nostri avversari, nelle cui liste vedrete molti nomi che non hanno trovato la voglia di onorare il proprio mandato come consiglieri di minoranza, in alcuni casi neppure per poche sedute.

E’ a una squadra così compatta che si devono i buoni risultati sottolineati dalla Corte, alla Giunta che lavora senza stipendio da cinque anni, ai volontari che si sono accollati le manutenzioni del Comune e del verde; e sono loro che, forti di quanto dimostrato, chiedono nuovamente la vostra fiducia.

Gli avversari con cui la nostra lista si misura sono numerosi: ben tre liste, capitanate rispettivamente da Giancarlo Ferrari, Alex Capra e Samantha Alosa; nei prossimi giorni avrete occasione di confrontare le proposte, ascoltando i candidati o leggendo il loro programma (il nostro lo trovate qui).

Come in ogni campagna elettorale, non mancheranno le polemiche, già iniziate oggi da parte però di una persona che alle elezioni parteciperà solo come elettore, forse a causa delle note vicende giudiziarie che lo hanno visto condannato in modo definitivo.

Egli infatti affida ad una lettera alla Provincia Pavese il suo scorno per l’articolo con il quale si riprendono le dichiarazioni della Corte dei Conti che lo additano quale responsabile di “passate scelte gestionali non conformi ai criteri di sana amministrazione”.

2017 05 16 LPP lettera Cella.pngLa risposta del Sindaco non s’è fatta attendere e giustamente, anziché lasciarsi trascinare a discutere delle solite confuse argomentazioni di Cella, ha invitato tutti i cittadini a scaricare e leggere la lettera della Corte dal sito del Comune o, se preferite, da questo sito.

I passi chiave li avevate già letti, ma così potrete controllare se siano stati riportati fedelmente: come dice il Sindaco,

[…] questi sono i fatti, nero su bianco. Il resto sono solo chiacchiere.

Ma stia sereno il già Sindaco di Lardirago Luigi Cella: la censura della Corte – per ora – è puramente morale; se vi siano o meno gli estremi per una censura giuridica lo possono sapere solo la Corte e lui stesso. Tutti noi lo vedremo solo nei prossimi mesi.

Voltiamo dunque pagina, lasciando alla Magistratura i compiti che le sono propri, e a chi dovrà rispondere l’onere di farlo.

Noi ci misuriamo con il futuro, presentandovi i nostri progetti sostenuti dalla nostra competenza e trasparenza.

Non lasciate il lavoro a metà!

 

 

Pubblicato in Battibecchi | Lascia un commento