Rendiconto di bilancio 2012

Continuiamo nel lungo cammino per dare finalmente un po’ di trasparenza al bilancio di Lardirago; il Consiglio Comunale ha infatti approvato il  rendiconto 2012. Nel corso delle prossime settimane verrà presentato e discusso anche il bilancio previsionale 2013 ed allora si potrà finalmente dar corso alla seconda Assemblea pubblica promessa in campagna elettorale.

Da ultimo vorremmo precisare che il cammino è ancora lungo e non abbiamo ancora tutte le risposte dato che, nel frattempo dobbiamo anche mandare avanti la gestione ordinaria: dunque dobbiamo esercitare tutti ancora un po’ di pazienza, ma vi possiamo assicurare che la buona volontà e la disponibilità di una squadra nuova e motivata, lungi dall’essere uno spreco per Lardirago, sta dando i suoi frutti.

Il conto di bilancio

Il Bilancio di ogni anno comprende una parte detta “Competenza”, che riguarda entrate ed uscite relative all’anno in corso, ed una parte di “Residui”, ovvero entrate ed uscite che, in effetti, sono imputabili ad esercizi precedenti. Se ad esempio il comune non ha ancora incassato del tutto un tributo, o finito di pagare un fornitore, questi sospesi finiscono nei residui.

E’ perciò ovvio che per esaminare il buon funzionamento finanziario dell’amministrazione sia necessario esaminare separatamente Competenza e Residui.

Screen Shot 2013-05-07 at 8.20.40 PM

Sottolineiamo subito alcuni punti chiave:

  • la gestione corrente mostra un buon equilibrio tra entrate ed uscite, con incassi (904.004) un po’ superiori alle spese (833.669)
  • La stima dei residui rimandati agli anni successivi è stata accorta e puntuale: vediamo infatti entrate previste per 343.755 ed uscite per 517.634. Questa accuratezza è spesso venuta a mancare nei bilanci precedenti, con stime molto ottimistiche degli incassi futuri: a titolo di esempio, questa Amministrazione ha dovuto cancellare dai residui attivi ereditati ben 70.000 euro di ruoli TARSU del tutto inesistenti !!
  • complessivamente dunque l’anno 2012 è stato un anno molto difficile, che si è chiuso con un piccolo avanzo di cassa (26.054) trasformatosi in altrettanto piccolo disavanzo (-34.788) una volta sommati i residui relativi agli esercizi precedenti.

Questo è stato possibile grazie ad una gestione dolorosamente risparmiosa: a titolo di esempio, vediamo nel grafico nella pagina seguente quanto siano costate al mese (tra indennità e rimborsi spese a vario titolo) le varie Amministrazioni al nostro Comune nel corso degli anni: se per l’Amministrazione Cella non bastavano 4.500 euro al mese, questa cifra si è più che dimezzata con l’Amministrazione Giardini e con la commissaria, per poi addirittura ridursi a zero con l’attuale Amministrazione; ai ritmi di spesa del passato, il piccolo risultato positivo di quest’anno sarebbe sparito.

Screen Shot 2013-05-07 at 8.20.53 PM

I debiti fuori bilancio

Ma i problemi non sono limitati solo alle stime ottimistiche sulle entrate: purtroppo abbiamo dovuto constatare anche che non tutte le spese sono state registrate accuratamente.

Non è di per se stesso insolito che vi sia qualche debito fuori bilancio, per lo più frutto di errori materiali di piccola entità, ma nel nostro caso la ricognizione ha finora identificato debiti fuori bilancio per oltre 220.000 euro, quasi un quinto del bilancio annuale di Lardirago!

Si faccia ben attenzione che un debito “identificato” non significa affatto “riconosciuto”: ciascuna voce compresa in questo totale (e sono diverse centinaia) dovrà ora essere esaminata nel dettaglio, capire QUANDO e PERCHE’ non sia stata inserita a bilancio, ricostruendo alcuni atti inspiegabilmente introvabili e capire se:

  • il debito sussiste a carico del Comune, e dunque riconoscerlo nel bilancio e pagarlo
  • il debito sussiste, ma vi sono irregolarità negli atti; in questi casi, come dice la legge, il debito non è a carico del Comune ma ne rispondono in prima persona e di tasca propria gli Amministratori e Funzionari che lo hanno contratto. Ricordiamo che si tratta di debiti contratti negli anni 2002, 2003, 2007, 2008, 2009, 2010 e 2011.
  • il debito sia da contestare nei confronti del fornitore.

E’ un lavoro colossale, ma non essendo mai stato fatto negli anni precedenti, è indispensabile per ripulire una volta per tutte il nostro “solaio” da queste vecchie voci e impostare il nostro bilancio con criteri di rigore e professionalità.

Guardare il solo risultato finale è dunque miope: a un ipotetico Amministratore imprudente o disonesto, infatti, è sufficiente stimare “generosamente” qualche residuo attivo o “dimenticare” qualche spesa per presentare un risultato positivo inesistente e lasciare una bella gatta da pelare a chi viene dopo.

A Lardirago “generosità” e “dimenticanze” sono state numerose, e spetterà alla magistratura contabile stabilire se siano state dovute a semplice incompetenza o peggio.

A tutti noi oggi tocca il compito di rimediare.

Informazioni su giannicatalfamo

www.linkedin.com/it/giannicatalfamo
Questa voce è stata pubblicata in Cronache dal Comune. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Rendiconto di bilancio 2012

  1. Pingback: Perché il 2008? | rilanciamo Lardirago

  2. Pingback: Ritardi | rilanciamo Lardirago

  3. Pingback: L’erba del vicino… | rilanciamo Lardirago

La tua opinione...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...