Lo scaricato

E’ un triste condizione quella dello scaricato che ancora non lo sa. Ci vuole di solito un po’ perché se ne accorga, son segni impercettibili: qualche giorno di più nel rispondere a una mail, qualche telefonata a vuoto, fino a che, zac! Una riunione a cui non è invitato – quello sarebbe un segno inequivocabile, eppure lo scaricato nega, soprattutto a se stesso. Preferisce pensare a un errore materiale, una dimenticanza.

Fino a che non si arriva al chiarimento: “Guarda, abbiamo pensato che è meglio che tu faccia un passo indietro, hai dato il tuo contributo, ma chi te lo fa fare di subire tanti attacchi personali? Puoi aiutare il prossimo candidato, facendo tesoro della tua esperienza, dandogli consigli stando nell’ombra…”

Ma non è vero. Lo scaricato, se alla fine decide di fare il passo indietro richiesto, verrà dimenticato immediatamente da ex-alleati e ex-sostenitori. Se invece si intestardisce, e decide di presentarsi da solo, sarà principalmente CONTRO i suoi ex-alleati ed ex-sostenitori, diventati ora i suoi peggiori nemici.

Qualunque sia la sua scelta, la condizione di “scaricato” gli si è ormai appiccicata addosso, attaccata ai vestiti come l’odore sgradevole che resta addosso dopo una cena in un ristorante troppo economico, aleggiando nell’aria anche dopo che se ne è andato.

Lo scaricato esce da una stanza, e qualcuno apre la finestra per cambiare l’aria.

Informazioni su giannicatalfamo

www.linkedin.com/it/giannicatalfamo
Questa voce è stata pubblicata in Battibecchi. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Lo scaricato

  1. Anonimo ha detto:

    Credo ci vorrà un bel po’ in realtà perchè quest’uomo venga dimenticato. Io parlo come sua ex-sostenitrice, in ben due occasioni; e se a queste elezioni un mio amico non mi apriva gli occhi probabilmente avrei di nuovo dato il mio voto a qualcuno che non lo meritava. Ora do un altro peso a tutte quelle voci che già circolavano su di lui e che mi sono accorta di aver ignorato, di altri cittadini che lui ha danneggiato.
    Spero in realtà che il ricordo di quello che ha fatto sia utile ad aprire gli occhi anche ad altra gente come me.

    Nonna Granny

La tua opinione...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...