Consiglio Comunale 30 aprile 2014

L’Amministrazione ha presentato il consuntivo del Bilancio 2013. Riportiamo di seguito l’intervento del Sindaco per chi non ha potuto essere presente alla seduta, peraltro disturbata a più riprese dall’ex-Consigliere, ex-Sindaco e mai Architetto Luigi Cella che evidentemente (anche a rischio di farsi espellere anche dal pubblico) cerca di non farsi dimenticare dalla cittadinanza.

Un timore fondato, visto il vuoto che gli si è fatto intorno: dopo le dimissioni a raffica dei Consiglieri Testa e Danelli la lista che lo vedeva candidato Sindaco è riuscita a trovare qualcuno che avesse voglia di sedere in Consiglio Comunale.

La gestione finanziaria 2013 si chiude con un avanzo di Amministrazione pari a EUR 2.343,28 che può sembrare poca cosa; questa cifra però nasconde una serie di fatti importanti che voglio qui sottolineare:

  • Abbiamo ripianato il disavanzo di amministrazione ereditato dalle Amministrazioni precedenti per EUR 34.787,89 che si è determinato in sede di approvazione del rendiconto 2012.
  • Abbiamo accantonato EUR 24.000 per la copertura di debiti relativi a partite pregresse sulla gestione del servizio di igiene urbana fuori bilancio
  • Abbiamo accantonato EUR 23.000 per la copertura dei debiti fuori bilancio

(entrambi questi ultimi provvedimenti dovrebbero essere discussi già nel prossimo Consiglio Comunale)

Tutto ciò era previsto nel Bilancio di Previsione, dunque abbiamo semplicemente fatto quello che avevamo annunciato; vorrei però ricordare che queste cifre sono state sottratte ai cittadini di Lardirago che quest’anno hanno dovuto rinunciare all’erogazione di servizi per oltre 80.000 euro (ovverossia quasi il 10% del Bilancio Comunale) a causa del fatto che le Amministrazioni che ci hanno preceduto hanno tenuto i bilanci in modo approssimativo o – peggio – addomesticato le scritture contabili per far risultare in pareggio bilanci che in pareggio non erano.

Sottolineo questo fatto non per mero spirito cronachistico, ma per ricordare ancora una volta come le conseguenze dei pasticci combinati da  Amministratori incompetenti o disonesti purtroppo continuano – e continueranno – a gravare sulle tasche di tutti noi 

Sul fronte delle entrate abbiamo dovuto fare i conti con il taglio dei trasferimenti messo in atto dallo Stato nel corso del 2013, nonché con le variazioni tributarie connesse alle continue modifiche introdotte in sede di attuazione del federalismo fiscale:

  • Basandoci sulle indicazioni governative avevamo previsto un Fondo di Solidarietà Comunale pari a EUR 185.000: la cifra reale poi ricevuta (e che trovate a consuntivo) è invece di soli EUR 103.515,15
  • Abbiamo dovuto prevedere una uscita straordinaria di EUR 54.628,59 per la restituzione di parte del Fondo di Solidarietà Comunale previsto dallo Stato quale ripartizione maggiori introiti IMU determinati in base alle stime IFEL sui dati 2013

È difficile immaginare un anno più difficile del 2013 dal punto di vista della gestione contabile: le continue giravolte della politica nazionale alimentata da promesse elettorali fantasiose e – talvolta – tecnicamente irrealizzabili ci hanno costretto a fare dei conti basati più sull’intuito che su un quadro normativo stabile e, da questo punto di vista, le cose non potranno che migliorare.

Un simile andazzo imprevedibile ci aveva però fortunatamente anche portato ad usare una estrema prudenza nella stima delle entrate, prudenza della quale adesso siamo ben lieti, dato che, insieme ad una attenzione che non posso che definire maniacale anche alle voci di spesa più piccole, ha consentito di controbilanciare questi squilibri.

Infine voglio ricordare che in questo Bilancio siamo riusciti anche a far rientrare un piccolo lusso, ovvero la sistemazione (anche grazie al generoso contributo dei privati che voglio nuovamente ringraziare) della palestra che ha potuto riaprire i battenti delle attività sportive.

Anche in termini di liquidità non si sono riscontrati grossi problemi di indebitamento a breve: veramente pochi gli interessi passivi riconosciuti per l’attivazione dell’anticipo di tesoreria che si è resa necessaria per il ritardo nei versamenti IMU conseguenti alle ritardate disposizioni statali. Mi scuserete per l’obbligatoria ripetizione di questo ritornello: lo spirito non è certo quello dello scaricabarile, ma semplicemente voglio far capire come queste incertezze legislative rendano il lavoro di tutti gli Amministratori  comunali diabolicamente difficile.

Questa anticipazione è comunque stata reintegrata entro le chiusure di fine anno grazie alla TARES che, invece, è stata incassata nei termini.

In conclusione, perciò:

  • Il progetto di risanamento procede speditamente.
  • Il prezzo di questo risanamento lo stiamo pagando tutti: gli Amministratori che anche quest’anno non percepiscono alcun emolumento, ma anche i cittadini che devono subire la riduzione all’osso dei servizi erogati.

Purtroppo so bene quante volte l’Amministrazione deve dire “No” a situazioni meritevoli di attenzione, quante volte non è possibile dare contributi nemmeno minimi alle iniziative culturali, quante volte siamo costretti a dipendere dalla buona volontà dei cittadini (da quelli impegnati come volontari a coloro che ci regalano le bandiere nuove che – spero – tutti abbiate notato). 

Dire di “No” è sempre molto più spiacevole che dire di “Sì”: normalmente non fa guadagnare consensi né crea amicizie, ma io ho invece l’impressione che i cittadini di Lardirago capiscano perfettamente la situazione e – pur non avendo piacere a sentirsi negare qualcosa – apprezzino lo sforzo sovrumano che tutti insieme stiamo facendo per far uscire il nostro paese dal baratro in cui era piombato.

 

Informazioni su giannicatalfamo

www.linkedin.com/it/giannicatalfamo
Questa voce è stata pubblicata in Cronache dal Comune. Contrassegna il permalink.

La tua opinione...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...