Quando sarebbe meglio tacere

La sete gioca brutti scherzi.

Sono bastati un paio di giorni di forzata siccità perché qualcuno sentisse il dovere di dare aria alla bocca; sono sempre loro, gli “esperti del territorio” che con le loro superiori capacità le emergenze le prevengono, invece che solamente affrontarle. Fossero loro a governare, i pozzi prima di crollare chiederebbero loro il permesso.

acquedotto

Parliamone dunque, della prevenzione di questa emergenza.

L’acquedotto che serve Lardirago è in emergenza da almeno 6 anni: già nel 2008 infatti i giornali ebbero a riportare notizia di un degrado tale che la minoranza di allora auspicava un “tempestivo intervento”. Il Sindaco di allora, quello stesso Luigi Cella che oggi millanta di essere un esperto di territorio come a suo tempo millantò di avere una laurea in Architettura, in tutto il suo secondo mandato non fece un accidenti per mettere in sicurezza questa risorsa essenziale per Lardirago.

Screen Shot 2014-06-06 at 13.46.39

C’è di più: quando nel 2004 ASM propose la costruzione di una vasca di accumulo dividendo la spesa tra il nostro Comune e quello di Sant’Alessio, il grande esperto di Bilanci e Territorio Sindaco Luigi Cella pensò bene di aderire, deliberando la copertura della spesa con “risorse ancora da identificare”.

Che l’opera fosse necessaria è indiscusso, anche perché se non ci fosse noi oggi saremmo completamente a secco, ma le risorse, inutile dirlo, non furono MAI identificate e il debito finì fuori Bilancio, ed è proprio il più grosso tra i debiti trovati nella ricognizione di cui vi abbiamo dato conto a più riprese e nel corso delle Assemblee pubbliche.

E’ ovvio che tirare fregature così grosse (ASM i soldi da Lardirago a tutt’oggi non li ha ancora visti) non è certo il modo migliore per impostare un rapporto con uno spirito di collaborazione ed ancora una volta spetta a questa Amministrazione ricucire i rapporti, convincendo i suoi interlocutori che la musica è cambiata e che i buffoni sono stati mandati a casa e che, con molti sacrifici a carico di tutti noi, piano piano questi debiti “dimenticati” li stiamo pagando.

Da ultimo, e almeno questo l’occhiuto Cella dovrebbe saperlo se non fosse ancora stordito dal brillante risultato elettorale, ricordiamo che la “speculazione” sulle tracce della quale il suo fiuto l’ha messo in guardia riguarderà sì e no un centinaio di metri quadrati di terreno agricolo… sul territorio di Sant’Alessio!

Quanto sarebbe auspicabile che chi ha combinato i disastri collegasse il cervello alla bocca prima di aprirla!!

Informazioni su giannicatalfamo

www.linkedin.com/it/giannicatalfamo
Questa voce è stata pubblicata in Battibecchi, Emergenza Acqua. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Quando sarebbe meglio tacere

  1. Anonimo ha detto:

    PERFETTO.
    ORMAI TUTTI DOVREBBERO AVER CAPITO CHI CONTINUA A CRITICARE INUTILMENTE. DOTATEVI COMUNQUE DI UN VEGGENTE PER PREVENIRE LE EVENTUALI GRAVI CALAMITA’.

La tua opinione...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...