L’interprete. Ci vuole l’interprete!

Durante il Consiglio Comunale del 29 Settembre la minoranza consiliare è intervenuta con un discorso talmente sconclusionato e incomprensibile da meritare l’oblio, non fosse che il suo mentore, ex-Sindaco e mai Architetto Luigi Cella, ne è rimasto così colpito da pubblicarla su Facebook.

Impossibile rispondere sinteticamente, anche per l’oscurità della prosa; tocca dunque entrare nel merito di ogni frase.

“Ricordiamo la serata di due anni fa in cui l’Amministrazione comunale ha convocato pubblica assemblea nella palestra comunale per informare la cittadinanza sullo stato delle finanze comunali in cui è stato illustrato l’elenco degli investimenti dal 1976 al 2002. Per gli anni successivi sono stati presentati solo i debiti, omettendo la parte delle entrate afferente i mutui.”

Si riconosce in questo passaggio la mano di chi crede di essere un mago degli affari e invece ci ha solo rifilato un sacco di debiti da pagare con investimenti sballati. Ma quali sarebbero queste entrate, beata innocenza? Le entrate provenienti dalle rotatorie o quelle dalle multe firmate da chi non ne aveva l’autorità? Le entrate provenienti dal rifacimento del tetto di un bene non di proprietà del Comune?

L’investimento nella Farmacia, che qualche soldino lo ha reso, NON ha generato alcun debito fuori bilancio e dei relativi introiti è stato dato ampiamente conto nei bilanci di previsione e consuntivi relativi a ciascun anno.

“Dopo due anni la popolazione non ha più avuto il piacere di essere convocata in pubblica assemblea”

Ah sì? Evidentemente la minoranza il 29 giugno 2013 era già tutta in ferie, visto che a questa seconda Assemblea non s’è fatta vedere. Noi pensavamo che fosse semplice pudore e invece oggi scopriamo che non se n’erano neanche accorti, nonostante i manifesti e gli annunci.

Per fortuna invece i cittadini c’erano eccome; anche questo blog ha dato conto, con articoli e filmati di quanto fu detto da Sindaco ed Assessore al Bilancio.

“ma questa sera, Signor Sindaco Facchin ci chiede di riconoscere dei debiti fuori bilancio, non per quei debiti (che debiti non erano)”

Eh sì, non erano debiti! Tant’è vero che mica dobbiamo restituirli, no???

Consideriamoli dunque regali personali fatti dall’ex-Sindaco (ma mai Architetto) Luigi Cella a tutta Lardirago; regali di cui tutti noi gli siamo riconoscenti ma, per favore, adesso non ce ne faccia più !!!

“ma circa gli incarichi dati ai tecnici che hanno redatto il PGT tanto pubblicizzato anche sulle cronache locali. Abbiamo letto attentamente la relazione del Tecnico comunale Arch.Pizzocaro (la quale ha l’autorizzazione dall’Ente di provenienza, diversamente da altri). L’Arch.Pizzocaro descrive tecnicamente i fatti accaduti: fatti di una gravità assoluta e ne spieghiamo i motivi:”

Grazie delle spiegazioni che altro non sono se non la confusa ripetizione di quanto chiaramente illustrato dal Sindaco e dall’Arch. Pizzocaro; ci è di sollievo sapere che avete capito persino voi.

“Dal punto di vista contabile si evince che all’origine dell’incarico la copertura finanziaria esisteva, mentre nei successivi esercizi, Amministrazione Giardini/Vaccari i residui venivano eliminati. Si potrebbe capire se l’intento fosse quello di non approvare il PGT e gli incarichi ai tecnici fossero stati revocati. Ma Lei Signor Sindaco Facchin ci dice che i tecnici hanno continuato a lavorare dal 2007 fino all’approvazione dello stesso.”

Il tentativo di tirare in ballo l’Assessore Vaccari a ogni piè sospinto e in qualsiasi situazione è talmente evidente da essere meritevole di compassione. Rassicuriamo la minoranza con il suo mentore: questa Amministrazione non nasconde nulla e questi atti, come TUTTI quelli che riguardano i debiti fuori bilancio, sono già all’attenzione della Corte dei Conti, non perché lo abbiate chiesto voi, ma perchè lo richiede la legge.

“É evidente che esiste una responsabilità contabile e politica dell’Amministrazione Giardini/Vaccari, ma anche della sua, Signor Sindaco Facchin, in quanto ha dimenticato che i tecnici andavano pagati e che i capitoli specifici non possedevano la relativa copertura finanziaria.”

E’ da quando è stata eletta che questa Amministrazione è chiamata ad operare (sempre in modo completamente gratuito) per ripulire una situazione generatasi in molti anni di mala gestione, risolvendo situazioni critiche che nascono da “sorprese” contabili o di altro genere. Perciò la responsabilità del risanamento del Bilancio di Lardirago è tutta e sola di questa Amministrazione che lo rivendica con grande orgoglio.

Una analoga, ma speculare, rivendicazione spetta a chi il disastro lo ha combinato, ma laddove la coscienza non riuscisse a penetrare, ci penseranno i magistrati.

Informazioni su giannicatalfamo

www.linkedin.com/it/giannicatalfamo
Questa voce è stata pubblicata in Cronache dal Comune. Contrassegna il permalink.

3 risposte a L’interprete. Ci vuole l’interprete!

  1. giannicatalfamo ha detto:

    I tempi sono davvero lunghi, ma “eppur si muove….”

  2. Anonimo ha detto:

    Mi scuso per l’errore: la cifra riportata in assemblea per le spese di rappresentanza nell’anno 2008 era 45.000 euro, che bisognerebbe documentare ai cittadini. Inoltre bisognerebbe chiarire come mai una pazientissima ed efficientissima impiegata, senza titolo di studio, sia riuscita con concorso, appena prima delle elezioni del 2009, passare al 7 livello e pure il vigile, che non era vigile, si è preso lo stipendio da vigile. Come mai tanta generosita? Risposta scontata.

  3. Anonimo ha detto:

    Egregio sig. Calafamo voi avete perfettamente ragione. Il magistrato dovrebbe sistemare tutto quello che illegittimamente è stato fatto purtroppo però i tempi della giustizia sono biblicI. Forse avrebbero bisogno di un sollecito settimanale. Ma perchè quando in consiglio comunale la minoranza si lamenta dello stipendio pagato alla Segretaria non rircodate loro i 40.000.000 euro pagati da tutti noi e spesi dal sig. non architetto, per spese di rappresentanza e per i viaggetti fatti a Roma (in compagnia non si sa di chi) per farsi fotografare con Andreotti, Rutelli ecc. ecc. o con altri politici di turno. E agli incontri con l’Anci nelle varie località turistiche perchè era l’unico Sindaco che si portava la collaboratrice.Informate i cittadini e i signori della minoranza……..

La tua opinione...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...