Com’è seccato!

Eh sì, è un po’ seccato davvero l’ex Sindaco, ex Consigliere ma mai Architetto.

Seccato per la pessima figura. Seccato che la gente che incrocia per la strada gli chieda come ha potuto tirarci anche quest’altro pacco: forse non glielo chiede a parole, ma gli occhi sono eloquenti.

Chi domande non ne fa è perché ha capito tutto di questo ennesimo pasticcio in cui egli è assoluto, duplice protagonista sia in veste di Sindaco che di Responsabile dell’Ufficio Tecnico.

Avrebbe fatto meglio a stare zitto Luigi Cella, questo sì, ma l’arroganza ha preso il sopravvento e gli è partita la bocca (non sempre collegata coi piani superiori): ora anche chi gli era vicino prende le distanze, buongiorno e buonasera e basta, lasciandolo solo a respingere accuse infamanti.

Ma respingerle non si può, non ci sono giochi di prestigio o giravolte: le fatture di cui parla il giudice esistono eccome, ma non nei bilanci di Lardirago che ha fatto lui. Dimenticate, nascoste, sparite, chissà! Sta di fatto che non ci sono e non sono state pagate.

Hai un bel cercare di parlare d’altro per cercare di distrarre  i pochi amici rimasti.

Perché saranno pure amici, ma prima o poi la loro parte di quei 246,000 euro sciagurati li dovranno pagare pure loro: 200 euro per ogni uomo, donna, vecchio e bambino di Lardirago.

Li avete preparati i vostri?

200euro

Informazioni su giannicatalfamo

www.linkedin.com/it/giannicatalfamo
Questa voce è stata pubblicata in Battibecchi. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Com’è seccato!

  1. giannicatalfamo ha detto:

    E’ proprio così; speriamo che questa volta la Corte dei Conti non dorma…

  2. Anonimo ha detto:

    Sarebbe il caso di farli pagare all’architetto, perchè se avesse seguito quello che prevede la legge cioè invitare i SIgnori Milani a provvedere entro 5 giorni alla bonifica lasciando a loro la scelta dell’impresa in base ai preventivi, ha avuto fretta, non ha rispettato la legge (quale era l’urgenza per un pò di gasolio che entrava in un fosso pieno di …..) e così è partito in quarta inviando un bel fax alla società Aboneco lasciando ora nella ………tutti i cittadini. Tanto non paga personalmente…..Ma i cittadini l’avranno capito? E i giudici lo sanno dove finisce il fosso inquinato? Il Comune non ha mai provveduto a fare la depurazione delle acque pertanto ha inquinato molto più dei pochi litri di gasolio usciti da una caldaia rotta.

La tua opinione...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...