Disprezzo

Già da molto tempo ci eravamo accorti che quando l’ex-Sindaco, ex-Consigliere ma mai Architetto Luigi Cella vuole insultare qualcuno, prende di mira il suo lavoro; sarà un riflesso dell’evidente disprezzo che prova per tutti coloro che si guadagnano da vivere con la propria attività, categoria nella quale, evidentemente, egli non ritiene di rientrare.

Valerio Ferri è “un esodato”, Graziano Vaccari “il verziere”, Paolo Gelmetti un “leguleio”. Quest’ultimo insulto però gli è costato caro:

2015 05 17 LPP condannato per diffamazione

Staremo a vedere cosa succederà in Appello ma certo quella che sembra essere la sua difesa (e cioè che il blog “luigicella.blogspot.com” non gli appartenesse) non pare troppo convincente:2015 05 15 condannato per diffamazione

Forse egli si riferisce al fatto che – da un punto di vista tecnico – i computer su cui era ospitato il suo blog non erano di sua proprietà; ciò potrà anche essere vero, come non è di proprietà del giornale la tipografia che lo stampa, ma quello che conta è chi sia l’autore di uno scritto.

Lasciamo lui e il suo avvocato ad arrampicarsi sugli specchi; speriamo però che questo episodio gli abbia tolto di dosso il disprezzo verso l’attività più nobile di ogni uomo e donna, il lavoro.

Informazioni su giannicatalfamo

www.linkedin.com/it/giannicatalfamo
Questa voce è stata pubblicata in Battibecchi. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Disprezzo

  1. giannicatalfamo ha detto:

    Sono scelte personali: c’è chi preferisce usare il proprio nome e cognome e chi preferisce rimanere anonimo

  2. Federico Catalfamo ha detto:

    Rispondendo alla signora Cristina: “perché i tre commenti che ho appena letto sono Anonimi?”

    Perché su questo blog è consentito rispondere in forma anonima, mi pare ovvio!
    Questo permette agli utenti di dire davvero quello che pensano e nel contempo impedisce a persone di dubbia moralità di mettere in atto qualche ritorsione.

  3. Cristina De Fazio ha detto:

    perché i tre commenti che ho appena letto sono Anonimi? non mi esprimo in merito perché non conosco i fatti ma se dovessi farlo non mi nasconderei dietro all’anonomato

  4. Anonimo ha detto:

    Anch’io ho tutti gli articoli del blog di Cella e mi ero stupito che potesse scrivere tutte quelle offese a destra e sinistra senza subire una denuncia. Meno male che qualcuno l’ha fatta. Peccato che tutti gli altri hanno subito e non hanno reagito di onseguenza. E noi che l’abbiamo letto come ci sta trattando……….Cosa ci si può aspettare da chi si proclamava architetto e non lo era?…………

  5. Anonimo ha detto:

    Ma guarda un pò. Ero un assiduo lettore del blog di Cella e non solo, anche di facebook dove scriveva, anche come cooperativa di Lardirago ecc. ecc. su.FACEBOOK .Ho conservato TUTTO proprio TUTTO quello che ha scritto. Il 27 dicembre 2011 diceva: “Amici della rete in questo luogo infinito chiamato Internet tutti siamo sullo stesso piano e ognuno di noi gode della possibilità di fare e dire ciò che vuole ma purtroppo c’è qualcuno che confonde la libertà di espressione con l’anarchia,la violenza, l’odio. Dobbiamo vivere questa fantastica esperienza virtuale nel modo piu’ onesto e libero possibile. Noi siamo tanti, loro pochi: la nostra indifferenza li sovrasterà.” Pubblicato da Luigi Cella alle 19.08
    NON MI PARE SIA PROPRIO COSI’ : LA LIBERTA’ DI ESPRESSIONE NON E’ OFFENDERE GLI ALTRI. FORTUNATAMENTE FORSE SOLO UNA PERSONA HA SEGUITO IL SUO ESEMPIO SOLO PER POCO TEMPO..
    SE LEGGO TUTTI I POST CHE HA SCRITTO MI VENGONO I BRIVIDI CONTENGONO PARECCHIE PERSONE A SINDACO , AMMINISTRATORI COMUNALI E ANCHE A PERSONE CHE CON IL COMUNE NON AVEVANO NIENTE A CHE FARE SE NON DARE UN AIUTO COME VOLONTARI. COMUNQUE CONSERVERO’ TUTTO SE MAI DOVESSE SERVIRE QUALCUNO.
    CONTATTATEMI SUL BLOG DI RILANCIAMO LARDIRAGO.
    BRAVO CELLA COSI’ TUTTI SI MERAVIGLIERANNO : SCRIVE SUL SUO BLOG E POI DICE CHE NON ERA SUO. HANNO FORSE RAGIONE QUELLI CHE LO CHIAMANO CONIGLIETTO?

  6. Anonimo ha detto:

    Dopo tale affermazione “il blog non ci appartiene” pensa che tutti i lettori del suo blog siano degli sprovveduti per non dire di peggio visto che si è fotografato in tutte le salse, ha raccontato dove si è recato al mare con tanto di foto della sua macchina sul traghetto, dove è andato a colazione, a cena ecc. eccc., si è fotografato in spiaggia mentre leggeva 50 sfumature di grigio si è fotografato i piedi mentre passeggiava nel budello per arrivare da Laigueglia ad Alassio e ha ricordato a tutti che nel 2013 è morto il suo caro amico Jacchini e suo suocero. Ma forse forse c’è da vergognarsi: i suoi 208 elettori cosa penseranno dopo queste affernazioni? Meglio se fosse stato zitto zitto. Perchè io che l’ho eletto non lo farò mai piu’.

La tua opinione...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...