Istituzioni, queste sconosciute!

Per tutta l’estate il Trio Lescano ha martellato a destra e a manca, alla disperata ricerca di appigli, collezionando figuracce che avrebbero fatto arrossire chiunque fino alla punta dei capelli.

L’appiglio di questa settimana è l’albero caduto sull’Olona (e dov’è il Sindaco, e perché il Sindaco non fa nulla, siamo già sott’acqua) scatenando ogni sorta di stupidaggini su Facebook, telefonate ai giornalisti, ma soprattutto chiacchiere, chiacchiere, e ancora chiacchiere.

Questo albero non è che l’ultimo episodio della situazione preoccupante in cui versano gli argini sul fiume Olona, la cui giurisdizione è della Regione; l’Amministrazione di Lardirago, preoccupata dalle esondazioni periodiche del fiume, ha messo in mora nel Novembre 2014 la Regione con una lettera ove la invitava a mettere in sicurezza gli argini stessi. La Regione ha effettuato nel Marzo 2015 un sopralluogo con un proprio tecnico ma, anziché provvedere, a fine Luglio ci invia la lettera che la rossocrinita Consigliera Carella spiattella su Facebook.

Screen Shot 2015-08-28 at 21.14.02

Lettera che, però, va letta con intelligenza perché se da una parte vi si trova la novità assoluta della disponibilità a delegare ai Comuni interessati la manutenzione degli argini, dall’altra non si fa parola delle relative risorse finanziarie.

E’ perciò necessario assicurarsi che responsabilità e risorse vadano di pari passo, ad evitare che la situazione si trasformi in un boomerang per il nostro bilancio che certo non ha bisogno di spese impreviste, e alla ripresa l’Amministrazione intavolerà il delicato negoziato.

Tutto ciò avrebbe potuto essere spiegato alla rossocrinita con abbondanza di particolari e di documentazione, se solo la stessa avesse posto la questione negli ambiti e con gli strumenti che ha a disposizione: presenza in Consiglio Comunale, interrogazioni ed interpellanze.

Ma questo non è nello stile di chi ha solo voglia di far caciara, intervenendo a gamba tesa in questioni di cui capisce poco e niente per il solo desiderio di creare polveroni, violando i regolamenti e non facendo ciò a cui sarebbe chiamata per il ruolo di Consigliere Comunale che inopinatamente ricopre.

Forse conoscendola, gli elettori di Lardirago Futura avevano cercato di evitare il rischio che finisse in Consiglio Comunale: purtroppo le ripetute figuracce hanno fatto scappare a gambe levate tutti gli altri Consiglieri di minoranza e alla fine a rappresentarli è finita anche lei.

Hanno proprio toccato il fondo, e non solo della lista.

Informazioni su giannicatalfamo

www.linkedin.com/it/giannicatalfamo
Questa voce è stata pubblicata in Battibecchi. Contrassegna il permalink.

La tua opinione...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...