Faccetoste

Eh sì, proprio tanta ce ne vuole di faccia tosta, ed evidentemente non ne è privo l’ultimo amico rimasto al popolare Luigi Cella, quel Marco Flavio Cirillo delle cui gesta abbiamo già avuto modo di parlare.

Questi rilascia un’avventata intervista alla stampa sostenendo che lui, che vantava  “Bilanci da Oscar”, avrebbe rimediato a non si sa quale malefatta dell’Amministrazione Facchin a Basiglio per un importo pari a EUR 170.000.

L’affermazione è del tutto risibile, a misura di un uomo a cui (ricorda il Corriere della Sera) era stato affibbiato un nomignolo non proprio lusinghiero per l’attaccamento tenace dimostrato alla poltrona di Sottosegretario. Se infatti l’Amministrazione Facchin si fosse resa responsabile di un qualsiasi danno al Comune di Basiglio,

come mai non è arrivato nessun rilievo da parte della Magistratura?

come mai Cirillo in dieci anni non ha presentato nessun ricorso?

Certo non per cortesia o per “stile” dato che, passati ormai dodici anni, Cirillo non perde occasione per attaccar briga venendo ad impicciarsi di cose che non conosce, invece di dedicarsi al remunerativo incarico ricevuto.

La risposta comunque è semplice:

Nessuna contestazione è stata fatta

perché non era possibile farne nessuna!

Ma lasciamo perdere le chiacchiere da bar. Ogni Amministratore serio infatti parla solo con gli atti, e quelli di Cirillo Sindaco
parlano chiarissimo: un Piano di Governo del Territorio talmente speculativo da valergli il poco lusinghiero titolo di “Cemento al governo” e i già citati bilanci che però, visti da chi li ha ereditati, raccontano una storia un po’ diversa.

“Bilanci da Oscar”oscar

E’ facile presentare bilanci perfetti lasciando fuori le voci scomode:  è il caso di Cirillo che decide ad esempio di  NON ISCRIVERE a Bilancio le fatture che il Comune di Milano gli manda per il servizio di trasporto pubblico!

Come Cella, anche Cirillo dev’essere convinto che sia assurdo pagare i debiti che contrae: per sua sfortuna, il Comune di Milano la pensa diversamente e la gestione successiva deve sobbarcarsi circa 800.000 euro di fatture arretrate.

Ma non è l’unico problemino: il 12 maggio 2015, infatti, la Corte dei Conti ha mosso importanti critiche al Bilancio 2013 (l’ultimo della “gestione da Oscar”) rilevando 

[…] residui passivi aventi anzianità superiore ai tre anni, il cui ammontare risulta pari al 1822% dell’avanzo di amministrazione 2013, rischiando di minare, in prospettiva, gli equilibri di bilancio […]

Per chi avesse poi voglia di scoprire nel dettaglio che diavolo ci fosse in questi Bilanci da Oscar, rimandiamo alle parole eloquenti scritte pochi mesi dopo l’insediamento dal nuovo Assessore al Bilancio sul giornalino comunale (pag. 8 e 9):

[…] preme soffermarsi sui trasporti (pullman linea 230 e call-bus) per i quali si prevede che, a partire dal 2014, graveranno sui bilanci comunali circa €800mila relativi ai servizi di trasporto di cui il nostro Comune ha beneficiato dal 2010 sino al maggio 2013; tutto ciò in quanto tali servizi, benché a tutti gli effetti resi, non sono stati mai pagati, né è stato in proposito effettuato alcun impegno di spesa e/o vincolo di risorse nei bilanci del Comune di Basiglio del 2011 e del 2012 (contro i circa € 300mila previsti dall’attuale Amministrazione nel bilancio 2013).

Sul bilancio previsionale 2013 gravano altresì €200mila di trasferimenti incamerati in eccesso nel corso del 2012 dal nostro Comune e restituiti allo Stato lo scorso dicembre 2013, oltre a €60mila da rimborsare a titolo di maggiori rette scolastiche illegittimamente riscosse dal Comune sino al 2012.

Sempre in tema di risorse da destinarsi in bilancio alla copertura del pregresso, nel 2014 il Comune di Basiglio sarà inoltre probabilmente costretto a restituire circa €220mila all’INPS a titolo di maggiore ICI indebitamente incassata in anni precedenti. Sempre dal 2014, graveranno altresì sulle finanze comunali €80mila di interessi passivi annui relativi a indebitamenti contratti dalla precedente Amministrazione Comunale.

Ovviamente il chiacchierone risponderà delle sue calunnie nelle sedi opportune: a noi cittadini – a Basiglio come a Lardirago – spetta invece di trarre le dovute conclusioni.

In entrambi i casi lo abbiamo fatto, con l’identico risultato:

Una faccia, una razza!

Informazioni su giannicatalfamo

www.linkedin.com/it/giannicatalfamo
Questa voce è stata pubblicata in Nessuna. Contrassegna il permalink.

La tua opinione...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...