Ma che sta succedendo in Comune?

Per chi non è stato presente all’ultima seduta del Consiglio Comunale del 2017, il 21 Dicembre è stata data lettura della comunicazione con la quale i Consiglieri Isabella, Vaccari e Zorzetto sono usciti dalla maggioranza dando vita ad un Gruppo Consiliare separato.

La reazione di chi ha avuto modo di ricevere la notizia in diretta è stata unanime: incredulità.

Come è possibile che siano nati contrasti così insanabili in soli sei mesi di Ammini-strazione (compreso Agosto)?

Oppure si è trattato di una diversità di vedute maturata già molto tempo prima: ma allora che senso avrebbe avuto presentarsi insieme a chiedere la fiducia degli elettori?

Certo le cattive notizie non sono mancate in questi pochi mesi: ben due procedimenti giudiziari – contro ogni previsione – si sono risolti a sfavore del Comune; come già ricordato molte volte si tratta sempre di vecchi episodi avvenuti nell’ormai famoso decennio buio 1999-2009, dai quali sono derivate cause successivamente impostate e gestite in modo approssimativo: tutto ciò che si è potuto fare nel gestire questa pesante eredità è stato limitare per quanto possibile i danni.

Soprattutto – visti gli orientamenti prevalenti della Magistratura – al comprensibile desiderio di rivalsa contro chi ha così male ammi-nistrato deve sostituirsi la prudenza del buon padre di famiglia evitando che rivalità e gelosie personali diventino ì’unico criterio di gestione della cosa comune, come purtroppo è successo troppo spesso in passato a Lardirago.

O forse c’è chi pensava che fosse finalmente tornata l’epoca delle spese pazze e si è risentito di fronte all’atteggiamento rigoroso della Giunta.

E’ veramente risibile l’accusa di mancanza di trasparenza: per oltre cinque anni chiunque abbia avuto voglia di sapere quale fosse la situazione in Comune non ha dovuto far altro che salire una rampa di scale trovandovi, OGNI GIORNO, il vice-Sindaco Ferri insieme al Sindaco Facchin.

Oppure ha potuto chiederlo al Consigliere Comini incontrandola alla Scuola o in Bi-blioteca per le quali si è prodigata oltre ogni dire, oppure ancora domandarlo al Consigliere Losi che insieme ai gruppo dei ge-nerosi volontari ha curato le manutenzioni in tutti gli anni in cui non c’erano le risorse per affidarle ad una ditta esterna.

DI sicuro per questi cinque anni non ha potuto chieder nulla a chi, pur essendo Assessore, in Comune non si è visto quasi mai e ha scaricato senza esitazioni anche i compiti relativi alle sue deleghe sulle spalle dei suoi compagni di schieramento.

A chi giova?

È giusto porsi la domanda, ma dare una risposta non è facile: in caso di caduta della Giunta Lardirago verrebbe affidata ad un Commissario Prefettizio per la seconda malaugurata volta (e chi ha buona memoria ricorda chi fosse coinvolto nel precedente episodio e quali ne siano state le nefaste conseguenze).

In ogni caso di sicuro NON giova ai cittadini di Lardirago che non hanno alcun bisogno di ripiombare nel clima di litigi e ripicche che forse qualcuno ricorda, ma di continuare invece a vivere in un Comune “normale”.

Tutto finito, insomma?

Non proprio, non ancora.

Questa Amministrazione prende molto sul serio la fiducia che ha ricevuto a giugno dagli elettori e la considera un impegno d’onore al quale non sarebbe dignitoso venir meno.

Da un punto di vista pratico il contributo concreto dei tre Consiglieri secessionisti non è  finora stato particolarmente significativo e dunque la loro assenza cambierà poco; è in tal senso simbolica la lamentela sui “ritardi nell’esecuzione del programma” sollevata a pochi mesi dall’insediamento, segno di come qualcuno fosse distratto nelle riunioni ove il Sindaco spiegava quali fossero le croniche difficoltà nel reperire il personale, nel velocizzare le pratiche, nel ricostruire il rapporto con i comuni vicini per ottenerne collaborazione.

L’Amministrazione ha perciò deciso che resterà responsabilmente al suo posto e continuerà a svolgere il suo compito come ha fatto finora: su ogni delibera sottoposta all’approvazione del Consiglio ogni Consigliere potrà votare come ritiene meglio e qualora non si potesse dar corso ad una decisione, gli elettori sapranno esattamente di chi saranno state le responsabilità.

Inoltre lo Statuto prevede che in qualsiasi momento quattro Consiglieri possano presentare una mozione di sfiducia che, se approvata, porta alla fine della Consigliatura: anche in questo caso i cittadini di Lardirago sapranno di chi sarà stata l’iniziativa e quali ne saranno state le motivazioni, e dunque chi sia rimasto fedele al mandato ricevuto pochi mesi fa e chi invece abbia deciso di sconfessarlo.

Solo allora sarà tutto finito.

Da parte nostra c’è grande tranquillità, perché se è vero che non abbiamo alcuna intenzione di “mollare”, è anche vero che la fatica in questi anni è stata davvero immensa; dunque finché ci sarà possibile proseguiremo serenamente il nostro lavoro. Qualora questo non fosse più possibile, altrettanto serenamente ciascuno di noi tornerà a fare ciò che faceva prima di questa parentesi al servizio della comunità.

Per concludere con una nota positiva, vi comunichiamo che è stato assegnato l’appalto per la realizzazione del Refettorio al servizio del Polo Scolastico, un’opera che testimonia la caparbietà con la quale sono state supe-rate mille difficoltà per raggiungere un risultato importante per il rilancio di Lardirago: fin dal giorno dell’insediamento di questa Amministrazione abbiamo dedicato ogni sforzo a migliorare questo patrimonio, che infatti ha visto una importante crescita nel numero delle classi e degli allievi.

Per finire, come di consueto, auguriamo a voi e alle vostre famiglie di trascorrere Feste serene per un 2018 che non potrà che essere ancor meglio del 2017.

Screenshot 2017-12-27 21.10.19.png

Informazioni su giannicatalfamo

www.linkedin.com/it/giannicatalfamo
Questa voce è stata pubblicata in Bacheca, Cronache dal Comune. Contrassegna il permalink.

La tua opinione...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...